Ingredienti per 2 persone:

  • 4 carciofi morelli sardi
  • 10 code di gambero fresche sgusciate
  • 1 pomodoro rosso maturo
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • Farina di riso
  • Olio extra vergine di oliva IGP Toscano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • Sale e pepe
  • ½ limone

 

Preparazione:

Pulite i carciofi togliendo le foglie esterne dure e le punte.

Tagliate a metà e togliete l’eventuale pelurie interna e lasciateli a lavare in una ciotola d’acqua fredda e il succo del mezzo limone.

Pulite le code di gambero e togliete il filo dell’intestino se presente, infarinatele con la farina di riso e sale e friggetele in olio evo per un paio di minuti per lato. Lasciateli da parte e cominciate a tagliare i carciofi in fettine sottili. Cuoceteli per qualche minuti in olio con il trito di prezzemolo e aglio aggiustando di sale.

In una pentolina mettete un bicchiere di acqua e bollite il pomodoro spezzato in quattro parti per dieci minuti aggiungendo un pizzico di sale. Scolate l’acqua di cottura e lasciatela riposare prima di emulsionarla (in un barattolino di vetro con il coperchio) insieme a 20 g. di olio extra vergine di oliva IGP Toscano fino ad avere una crema gonfia e vaporosa.

Nel frattempo impiattate: in un coppapasta mettete i carciofi in modo che rimangano uniti, appoggiate sopra le code di gambero, condite con l’emulsione di acqua di pomodoro e spolverate con una macinata di pepe.